I Bambini, Le caramelle e le carie

Tutti i genitori sono al corrente che le caramelle sono particolarmente dannose e controindicate per la salute dei denti, a causa dell’alta concentrazione di zucchero contenute in esse. Secondo un famoso dentista che si occupa in particolare di bambini la quantità di caramelle non influisce sulla corretta igiene orale, ma è la frequenza del consumo che le rende particolarmente dannose.
Quindi, per quanto riguarda l’igiene orale,state tranquilli se i vostri bambini fanno incetta di caramelle, ma assicuratevi che lo facciano non più di una volta al mese, ma state attenti alla loro linea!
Le caramelle sono composte da carboidrati, che tendono a variare in ph nella cavità orale, esponendo la dentatura a processi cariosi, basti pensare che il ph, dopo il consumo di caramelli tende a tornare alla normalità dopo circa un ora, questo sia se vengono mangiate una o più caramelle, non proibite quindi ai vostri bambini di mangiare caramelli e dolcetti, ma cercate di farle assumere tutte insieme che non durante tutta la giornata.
Come consigli anti carie, il dentista consiglia di consumare le caramelle dopo i pasti, poiché l’incremento della saliva aiuta a diminuire il ph della bocca. Nel caso in cui non riuscite a far lavare i denti al vostro bambino dopo aver mangiato delle caramelle, fategli fare degli sciacqui per 3 o 4 volte usando acqua naturale, questo contribuirà ad eliminare una parte dello zucchero dalla cavità orale.
Nel caso riusciste a scegliere, cercate di dare al vostro bambino caramelle senza zucchero ed evitate a tutti i costi le caramelle gommose, che sono proprio le più dannose per la salute dei denti del vostro bambino.

denti e caramelle

Dentista Torino

Torino si è affermata in questi ultima anni come la capitale piemontese dei dentisti.

Il capoluogo piemontese è la sede dell’ università di odontoiatria, è quindi possibile che gli studenti che terminano gli studi e diventano dentisti, decidano di stabilirsi a Torino, e di aprire il loro studio dentistico; questi studenti sono spesso intraprendenti e dopo pochi anni di pratica in uno studio decidono di aprire il loro centro, sfruttando, la maggior parte delle volte, strumenti odontoiatrici avanzati e tecnologie particolari che rendono ogni tipo di intervento sempre meno invasivo per il paziente.

Trovare un dentista a Torino è cosa quanto mai semplice, cercate su internet gli studi dentistici di torino, oppure mettetevi in contatto con il dentista che più è sembrato distinguersi come professionalità e serietà alla nostra redazione: il Medico dentista Dott. Sancarlo. L’odontoiatra ha il suo studio in corso Matteotti, molto vicino al centro della città, e comodo anche per quanto riguarda i mezzi pubblici. Mettetevi in contatto con il dottor Sancarlo per un appuntamento al numero verde : 0248731544.

Il Dott. Sancarlo vanta un’esperienza quasi ventennale di esercizio come dentista, e altrettanto come implantologo, con certificati e corsi specialistici acquisiti in tutto il mondo. La fama del Dentista di Torino gli porta ad avere decine di pazienti l’anno provenienti da centro e sud italia, che decidono di spostarsi in piemonte per effettuare gli interventi più delicati, come gli interventi di implantologia e tutta la parte riguardante le protesi dentali.

Il dottore, si occupa personalmente delle visite di implantologia e degli interventi, ma può contare su uno staff preparatissimo e competente, e sempre con parecchi anni di esperienza alla spalle per tutti gli altri interventi. Questo team di dentisti si è distinto dagli altri per l’accoglienza ed una percentuale di casi clinici risolti pari al 99% di successi.

Inoltre se voi o vostro figlio ha bisogno di apparecchio ortodontico, nello studio del Dott. Sancarlo, troverete un medico dedicato, in grado di consigliarvi il  miglior apparecchio per i denti a livello funzionale ed estetico, soprattutto utilizzando tecniche sempre meno invasive ed estetiche per i denti.

In conclusione se state cercando un dentista a Torino e non volete avere brutte sorprese, affidatevi alle cure del Dott. Sancarlo e del suo team di esperti dentisti.

Le corone dentali

Le corone dentali sono dei restauri fatti sui denti che proteggono quelli danneggiati, rotti o scheggiati. Una corona rafforza il vostro dente attuale, in modo da preservare la sua funzionalità.

Se il dente ha subito un decadimento significativo ma la struttura base è rimasta tuttavia abbastanza forte per sostenere un riempimento e per mantenere la funzionalità, allora si può pensare ad una corona dentaria. Se si dispone di una cavità di grandi dimensioni allora una corona offre al tuo dente un appoggio interessante. Inoltre in seguito ad un trattamento della radice del dente, una corona è spesso necessaria per rafforzare il dente.

Anche se digrignate spesso i denti e avete una dieta povera, gli acidi possono influire sui denti.

Quando c’è necessità di una corona, per ragioni stetiche e per migliorare l’estetica del tuo sorriso, si può optare per una corona di porcellana.

Le corone dentarie sono sempre l’opzione migliore? Le corone non devono essere la prima scelta solo per migliorare l’estetica dei denti, dato che un dentista ha bisogno di “mangiare” una porzione significativa del dente originale. Delle alternative meno invasive comprendono l’incollaggio dentale. Le corone sono necessarie quando la forza del dente è compromessa, dato che i restauri dentali devono avere un legame forte con il dente di sostegno.

Di quali materiali possono essere effettuate da corone? Nella moderna odontoiatria vi è una vasta gamma di materiali dentali tra cui scegliere. Alcune corone sono fatte di oro, mentre altre sono costituite da una lega di metalli fusi ad un guscio esterno di porcellana. Ma delle corone in porcellana o in ceramica sono la scelta migliore da un punto di vista cosmetico.

Quanto tempo durano le corone? Questo dipenderà in gran parte da come si curano i denti. Le corone dentali richiedono lo stesso livello di cure e di attenzioni dei denti naturali. In ogni caso, una corona di alta qualità può durare anche 10 o 15 anni.

Avere un alito fresco

L’alito fresco va di pari passo con un corpo sano e una immagine positiva. La bocca e i denti sono una parte fondamentale della nostra immagine, dato che è la prima cosa che una persona può notare in noi. Quando mangiamo, però, molte delle particelle di cibo rimangono sui denti, soprattutto se non li laviamo, provocando magari un alito cattivo.

E’anche importante ricordare che il naso, la gola e la bocca sono collegati, ciò significa che sono anche importanti per avere un alito fresco. Anche il sistema digerente è un fattore chiave, dato che gli enzimi digestivi devono essere sani al fine di aiutarci a mentenere un respiro fresco e gradevole.

L’igiene orale è una delle parti più importanti del nostro corpo e una quotidiana igiene orale è fondamentlae importante. I denti devono essere spazzolati almeno due volte al giorno, cioè mattina e sera, e dopo ogni pasto principale. Alcol e fumo dovrebbero essere limitati, come come gli zuccheri raffinati. E ‘importante inoltre fare una visita di controllo dal dentista almeno due volte l’anno.

Anche alcuni alimenti, come cipolle, aglio, oltre che certe carni e il pesce, possono essere particolarmente forti come odore, pertanto dovrebbero essere evitati. Il caffè e il tè sono anche colpevoli di un alito cattivo, dato che sono acidi. Quindi bosignerebbe cercate di limitarne il consumo, optando magari per delle tisane. Mangiare molta frutta e verdura ed essere sicuri di ottenere la giusta quantità di vitamina B, di vitamina C e di zinco è importante. Inoltre bisognerebbe bere almeno 8 bicchieri di acqua al giorno, incluse le tisane.

Ci sono anche dei rimedi naturali per l’alito fresco, formulati utilizzando il 100% di ingredienti naturali a base di erbe appositamente scelte per migliorare l’alito fresco in bocca. L’uso regolare di tali prodotti ci aiuterà a sostenere i denti sani, puliti, le gengive sane e un alito fresco.

Come usare il filo interdentale

Sappiamo che il filo interdentale dovrebbe essere usato per garantire la pulizia dei denti e permetterci di mantenere una buona salute dentale. Vediamo come perfezionare la tecnica di uso del filo interdentale.

Il modo di tenere il filo interdentale è importante. Per prima cosa bisogna spezzare un pezzo di filo interdentale di circa 18 centimetri. Prendere le estremità del filo interdentale e cominciare ad avvolgerle intorno a due dita, una per ogni mano. Avvolgere la maggior parte del filo sulle dita di una mano, mentre l’altra mano dovrebbe essere usata per tenerlo. Ricordiamo che tenere il filo è molto importante, dato che è molto più difficile pulire quelle zone dove l’accesso è limitato se si tiene male il filo interdentale.

Passiamo delicatamente il filo interdentale tra i denti. Se lo spazio tra i denti è molto stretto, allora potrebbe essere necessario usare un po’ più forza, una piccola pressione che faccia entrare il filo. Non bisogna però usare tanta forza, altrimenti il filo interdentale taglierà le gengive.

Dopo aver fatto entrare il filo tra due denti e mantendendo il filo contro la superficie del dente, non del tessuto gengivale, bisogna far scorrere il filo interdentale su e giù per il lato del dente. Bisogna continuare a muovere il filo in questo modo un paio di volte, in modo da essere sicuri di aver pulito completamente la superficie del dente.

Dopo aver pulito i lati dei denti, sia sopra che sotto la linea delle gengive, abbiamo finito con questi due denti. Ora tutto quello che dovremo fare è quello di far uscire il filo interdentale e passarlo tra altri due denti.

Non dimenticate di passare il filo interdentale anche sui denti dietro alla bocca. E’ importante mantenere premere il filo interdentale sempre contro la superficie del dente e mai contro la gengiva.