Implantologia per tutti?

Implantologia, è adatta a tutti?

L’implantologia, di cui abbiamo parlato anche nello scorso articolo, è una tecnica  che consente di rimpiazzare un dente mancante con un elemento di protesi senza appoggiarsi ai denti esistenti ma utilizzando delle radici artificiali chiamate impianti , allo scopo di sostituire uno, tutti o più denti mancanti o anche di creare un supporto per le protesi mobili, meglio note   come dentiere.

Ma chi può essere soggetto a subire interventi di implantologia?

Solitamente non ci sono problemi nella generalità dei pazienti in buone condizioni di salute. L’osso deve essere disponibile e le motivazioni del paziente devono essere valide. In caso di osso scarso o di scarsa qualità, ci sono poi tecniche particolari che consentono comunque l’intervento e, in casi più disperati ancora, si può addirittura ricostruire l’osso.

Ci sono delle controindicazioni? La risposta è  affermativa e possono essere di tipo locale oppure generale, temporanee oppure ancora permanenti.  Un colloquio con l’implantologo ed una visita clinica sono in genere sufficienti a sciogliere il dubbio. In caso d’incertezza l’implantologo prescriverà gli esami del caso.

C’è un limite di età per fare implantologia? Solitamente no, anche se pazienti anziani possono più facilmente presentare controindicazioni sia locali e sia generali. Nel caso invece di pazienti giovanissimi bisognerà accertarsi che la fase di sviluppo scheletrico sia terminata.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *